Pitigliano: cosa vedere e cosa fare - Poggio Bertino

Pitigliano

Pitigliano cosa vedere

In provincia di Grosseto tra le verdi colline della Maremma, Pitigliano si svela al visitatore come una meraviglia autentica. Soprannominata “la piccola Gerusalemme” per la presenza di una comunità ebraica che qui trovò rifugio a partire dal medioevo, Pitigliano è poggiata su un blocco di tufo e avvolta in un’atmosfera fiabesca che sembra sospesa nel tempo.

Abitato sin dall’antichità, questo piccolo borgo incluso tra i più belli d’Italia racchiude all’interno delle sue mura testimonianze di antichi popoli che qui hanno vissuto lasciando tracce di una storia affascinante e misteriosa.

Per un weekend fuori dalle solite rotte turistiche alla scoperta di un borgo gioiello e immersi nella natura incontaminata della Maremma, ecco una guida di cosa vedere a Pitigliano.

L’Albergo Poggio Bertino è l’ideale per una vacanza in Maremma e per scoprire la bellissima Pitigliano!

 

Pitigliano cosa vedere in un weekend

Chiesa Santi Pietro e Paolo

Un itinerario che comprenda cosa vedere a Pitigliano non può prescindere da una visita alle sue chiese, che nascoste nei vicoli del centro storico o adagiate sul tufo in posizione panoramica raccolgono testimonianze di una storia millenaria. Principale edificio sacro di Pitigliano, la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo ospita al suo interno importanti affreschi, dipinti e statue di santi. Edificata in epoca medioevale, la cattedrale è stata più volte restaurata fino ad assumere l’aspetto tardo barocco odierno.

 

Chiesa di Santa Maria e San Rocco

In stile tardo-rinascimentale, la facciata della chiesa è molto semplice, ma d’effetto. All’interno colpiscono gli affreschi e gli stemmi delle famiglie nobiliari che governarono Pitigliano.

 

Palazzo Orsini

Imponente e maestoso, Palazzo Orsini si affaccia sulla piazza principale di Pitigliano. Sorto nell’XI sec. come convento, l’edificio divenne proprietà della famiglia Aldobrandeschi per passare poi nel 1293 ai Conti Orsini. All’interno del palazzo oggi sede del Museo Civico e Archeologico, si trovano un elegante cortile con un pozzo a colonne e un portale di travertino finemente scolpito.

 

Acquedotto Mediceo

Fortemente voluto dalla famiglia Medici, l’Acquedotto di Pitigliano fu il primo della Maremma. Si tratta di una grandiosa opera ingegneristica che permise l’approvvigionamento idrico del borgo. L’acquedotto alimenta le fontane storiche di Pitigliano tra cui la più bella è sicuramente la Fontana delle Sette Cannelle in Piazza Repubblica.

Pitigliano: cosa vedere e cosa fare - Poggio Bertino
Pitigliano: cosa vedere e cosa fare - Poggio Bertino

Centro storico

Portali, scale in pietra, stemmi nobiliari, botteghe artigiane e un dedalo di viuzze in cui è un piacere perdersi, creano un’atmosfera fiabesca vero tesoro del centro storico di Pitigliano.

 

Il Ghetto Ebraico e la Sinagoga

Conosciuta come la “Piccola Gerusalemme”, per secoli Pitigliano diede rifugio agli Ebrei costretti ad abbandonare le proprie case. La comunità ebraica s’inserì facilmente nella vita del borgo organizzando nuove attività commerciali e arrivando a costruire la Sinagoga. Successivamente si creò il Ghetto, quartiere che ospita ancora oggi gli edifici più rappresentativi della cultura ebraica.

Le Vie Cave

Le vie Cave, soprannominate anche “Tagliate” o “Cavoni” sono suggestive strade scavate dagli Etruschi nel tufo che servivano da rete di collegamento tra gli insediamenti e le necropoli del tempo. Dal fascino misterioso questi sentieri svelano un ambiente naturale unico al mondo.

RICHIEDI PREVENTIVO

Miglior Tariffa Garantita e Miglior Policy di Cancellazione









Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi